Renzo PIANO, Wohnkomplex an der Alten Potsdamer Straße, Berlin-Tiergarten, 1995-1998




Lungo la Alte Potsdamer Straße, il breve viale alberato che dalla Potsdamer Platz sfocia nella Marlene-Dietrich-Platz, sono allineati vari edifici a carattere residenziale e commerciale disegnati da vari architetti. L’intero lato orientale è stato progettato da Piano, a partire dalla Bürohaus DEBIS sulla Potsdamer Platz fino all’IMAX-Kino. Verso la fine del viale ha realizzato un complesso residenziale composto da due blocchi edilizi divisi tra loro dalla Joseph-von-Eichendorff-Gasse, un vicolo che sfocia direttamente nel Potsdamer Platz Arkaden. Sono blocchi che, nel rispetto del masterplan previsto per la Daimler Chrysler Areal, raggiungono i 9 piani fuori terra. Hanno una superficie interna totale di 11.200 mq, di cui 7.100 destinati e residenza e il resto a negozi. Le due strutture residenziali sono entrambe a blocco con corte interna posta ad un livello rialzate rispetto alla quota della viabilità stradale. Il primo edificio occupa un lotto triangolare, con un vertice appuntito e l’altro arrotondato; il lato posteriore si affaccia direttamente sulla copertura vetrata del Potsdamer Platz Arkaden. Sul vertice arrotondato si innalza una torre cilindrica che, insieme alla Weinhaus Huth, crea una piazzetta che valorizza l’ingresso alla via commerciale vetrata. Si tratta di un edificio a carattere misto residenziale-commerciale. Infatti la torre e il piano terra completamente vetrato su Alte Potsdamer Straße, ospitano piccoli negozi per la vendita al dettaglio. Questa struttura cilindrica è tagliata orizzontalmente da vetrate nastriformi che si alternano a fasce di cotto. La torre dialoga a distanza con la torre della stessa forma e ricperta con gli stessi materiali innalzata direttamente sulla Marlene-Dietrich-Platz, sull’isolato opposto del nuovo quartiere. L’edificio racchiude al suo interno una corte triangolare a carattere privato. Il secondo blocco edilizio presenta invece dimensioni maggiori. Si trova sull’angolo Alte Potsdamer Straße/Eichhornstraße, si affaccia direttamente sulla Marlene-Dietrich-Platz, ed è diviso dall’IMAX-Kino dalla Rudolf-von-Gneist-Gasse, un vicolo che conduce ad un altro ingresso laterale del centro commerciale. In questo caso si tratta di un edificio residenziale, ma con piccole unità commerciali legate alla ristorazione poste al piano terra. Sulla piazza il blocco edilizio presenta un corpo ricurvo che si adegua all’andamento determinato dall’unione tra la Alte Potsdamer Straße e la Eichhornstraße. La zona d’ingresso alla parte residenziale privata viene accentuata dalla presenza di due aperture alte e strette. Anche qui la corte interna si trova ad un livello più alto rispetto al piano stradale e ci si arriva superando due scalinate aperte, la maggiore della quale scende direttamente sulla Marlene-Dietrich-Platz. Sul retro l’edificio è chiuso ed è strutturato a U. La qualità residenziale di questo blocco è aumentata dalla presenza di un vasto giardino ad uso privato. I due blocchi edilizi sono uniti dall’utilizzo dello stesso linguaggio architettonico piuttosto sobrio. Come le costruzioni limitrofe, sono entrambi rivestiti con elementi prefabbricati in terracotta color ocra. Al di sopra del piano terra vetrato, posto lungo la Alte Potsdamer Straße, i due piani superiori presentano superfici prevalentemente chiuse; qui sono ospitate unità commerciali per la vendita al dettaglio. Dal quarto al nono piano la facciata è strutturata da aperture regolari che ospitano le ampie logge delle unità residenziali. I due piani sotto-tetto, arretrati rispetto al filo della facciata, si rifanno alla tradizione dell’edilizia residenziale berlinese. I piani di copertura sono progettati con terrazze, falde spioventi ed elementi obliqui. Piano, con l’obiettivo di creare un quartiere a carattere misto, tipico della città prefunzionalista del passato, è riuscito a ricreare una vivace atmosfera urbana. Nei due blocchi edilizi sono infatti fisicamente compresenti alloggi privati, unità legate alla ristorazione, negozi, corti e scalinate ad uso pubblico; inoltre i loro lati posteriori si integrano fisicamente coi negozi interni al Potsdamer Platz Arkaden. (testo e immagini di Pierluigi ARSUFFI, tutti i diritti riservati)